Discussione:
E allora vuoi crearti una tua gerarchia?
(troppo vecchio per rispondere)
Gruppo Coordinamento NEWS-IT
2003-11-14 03:47:01 UTC
Permalink
Posting-Frequency: posted on the 14th of each month


E allora vuoi crearti una tua gerarchia?

Molti partecipanti alla gerarchia it. ormai sanno qual è la risposta
standard del GCN quando arriva qualcuno a proporre la sua Idea
Fantastica e Definitiva per Migliorare il Funzionamento della
Gerarchia, idea che non coincide con la filosofia seguita dal GCN [1].
Per chi non lo sa, la risposta è "non hai che da crearti una tua
gerarchia". Alcuni di costoro si saranno magari chiesti se è tutto un
bluff, visto che non diciamo mai come si possa creare una nuova
gerarchia. In realtà, non l'abbiamo mai detto perché tanto è tutto
scritto pubblicamente, e in fin dei conti nessuno di noi ha avuto
qualche collega che ci preparasse la pappa già fatta: quindi la cosa è
certamente fattibile. Ma i tempi ormai sono diversi, dobbiamo
riconoscerlo: meglio quindi lasciare perdere certe nostre presunzioni
e creare un vademecum per l'aspirante Capo di Una Nuova Gerarchia, che
chiamerò ita. tanto per darle un nome. Spero che questo mio documento
contenga tutti i passi necessari, insieme a un po' di consigli utili:
mi impegno naturalmente a modificarlo, se qualcuno mi aiuta con i
riferimenti corretti. Bene. Sei pronto a iniziare? VIA!
1. Studia i documenti sulle news
Il protocollo NNTP non è in realtà così difficile da comprendere,
né è difficile comprendere le finezze che capitano con gli
articoli Usenet (i messaggi di controllo, la differenza tra gruppi
moderati e non moderati...) Però non si può pretendere di creare
da zero una gerarchia se non si conoscono queste cose. Quindi i
casi sono due: o ti trovi qualcuno che queste cose le conosca, e
ha voglia di fare il braccio mentre tu fai la mente, o ti metti a
studiartele per conto tuo. Se hai scelto la prima strada, buona
fortuna: non so quanti in Italia siano realmente esperti di queste
cose. Probabilmente, se non si contano i newsadm, nessuno. Se
invece preferisci metterti a studiare, ecco i documenti che ti
suggerisco:
+ l'[1]RFC 977, disponibile presso
http://www.ietf.org/rfc/rfc0977.txt . Gli RFC sono i
documenti ufficiali di Internet. Il numero 977 contiene le
specificazioni del protocollo NNTP, vale a dire cosa si
dicono un client e un server quando c'è una connessione.
+ l'[2]RFC 1036, disponibile presso
http://www.ietf.org/rfc/rfc1036.txt . L'RFC 1036 contiene
invece le specifiche che devono avere gli articoli Usenet,
vale a dire quali sono le header necessarie e facoltative
dell'articolo, quale scopo e quali effetti esse hanno. E'
insomma il documento a partire dal quale puoi dire "questo si
può fare, questo si potrebbe fare ma è difficile che tutti i
server lo capiscano, questo non si può fare per nulla". Sono
alcuni anni che si sta cercando di aggiornare questo
documento: l'ultima versione si può leggere [3]nel sito
ufficiale del gruppo di lavoro usefor,
http://www.landfield.com/usefor/ .
+ le [4]FAQ di INN, disponibili presso
http://www.faqs.org/faqs/usenet/software/inn-faq/ . INN è il
software di riferimento per i server news. Anche se non è
strettamente necessario conoscerlo, ti consiglierei in ogni
caso di leggere queste FAQ perché sono piene di informazioni
su possibili errori, errori che vengono regolarmente fatti
dai sistemisti news, per quanto essi siano esperti. Tanto
vale insomma portarsi avanti con il lavoro. Queste faq sono
però vecchiotte: consiglio anche di leggere [5]le faq di INN
2.* a http://www.eyrie.org/~eagle/faqs/inn.html , e [6]le faq
di Diablo, un'altra implementazione di un server news, a
http://www.openusenet.org/diablo/faq/ .
+ il newsgroup news.software.nntp . Anche se buona parte di
quello che viene scritto è assolutamente privo di contenuto,
può essere utile darci un'occhiata di tanto in tanto, in modo
da imparare alcuni trucchetti che di tanto in tanto vengono
scritti. Puoi sopravvivere anche senza di esso, però.
2. Fai delle prove per conto tuo.
Anche in questo caso non è che uno non possa crearsi una gerarchia
se non ha mai provato in pratica ad essere un newsadm: ci
mancherebbe altro. Sono però convinto che avere fatto qualche
prova pratica in piccolo sia molto utile per essere in grado di
risolvere al volo tutti i problemi che accadranno (e accadono
sempre!) in futuro. Se hai a casa una macchina con Linux, sei già
praticamente a posto: puoi infatti metterti su un server locale, e
cominciare a vedere cosa succede con esso. Puoi persino crearti un
finto feed e "spedirgli" gli articoli scritti in locale: quando
poi ti connetterai con il tuo provider, potresti magari spedirgli
i messaggi in batch così, invece che con il tuo Free Agent.
3. Convinci i newsadm ad accettare la tua gerarchia.
A differenza di quanto la maggior parte della gente crede, non c'è
nessuno standard per cui una gerarchia viene immediatamente
spedita in tutto il mondo, tranne per le Big 8 [2]. Ogni gerarchia
locale, come it. e la tua ita., deve perciò crearsi una sua rete
di newsadm che si accordi per scambiarsi i messaggi. Hai
sicuramente visto che dopo due anni la rete di it. non è ancora
perfetta, e se un server centrale non funziona si hanno ritardi
peggiori dei treni quando deraglia un Pendolino a Firenze o
Bologna. Quindi puoi immaginare che non sia esattamente un lavoro
di un giorno o due.
E' anche vero che i newsadm non sono poi quegli orchi dipinti così
spesso. Fondamentalmente, quello che loro vogliono è starsene
tranquilli, e avere i meno problemi possibile. Né si può dar loro
torto. Quindi, se tu ti presenti educatamente, spieghi loro come
pensi che la tua nuova gerarchia sia fatta e in che cosa
differisca da it., specifichi che in ogni caso ci sarà un
controllo su quali gruppi verranno creati [3], e magari gli
prepari le righe da aggiungere nei loro file di configurazione,
essi saranno perfettamente felici di perdere quel quarto d'ora
necessario per aggiungere la tua gerarchia. Tieni conto ovviamente
che gli articoli si devono propagare: quindi ti conviene chiedere
loro quali feed hanno già, in modo che da un lato puoi crearti la
tua rete personale seguendo questi feed, dall'altro puoi ricavarti
una copia della tua topologia, il che ti servirà quando qualche
nuovo newsadm vorrà assolutamente avere ita. e tu potrai mandarlo
dal feeder "più vicino".
Tieni conto che molti newsadm, soprattutto all'estero, vorranno
che tu impari a firmare con PGP i tuoi control message: se non
l'hai ancora fatto, torna al punto 1) e leggi come si fa a
inserire l'autenticazione PGP (occorre ovviamente avere PGP
installato, ma serve anche un programmino apposito contenuto nelle
ultime versioni di INN, perché non viene fatta una firma
standard). Per contattare i newsadm all'estero, tra l'altro, nulla
è meglio che un utente remoto che rompa loro le palle.
4. Convinci gli utenti che la tua gerarchia è migliore.
Nota: non è necessario convincere gli utenti a usare la tua
gerarchia. Quello lo faranno non appena vedranno che esistono dei
nuovi gruppi. Però andrà a finire, soprattutto all'inizio, che
continueranno a mettere gli articoli in crosspost con it., e non
penso che ti interessi avere una gerarchia parassita. Quali sono
le soluzioni possibili? Beh, innanzitutto si suppone che tu sia
riuscito ad avere una buona copertura, in modo che il pubblico
raggiungibile superi una massa critica. Poi potresti avere una
politica di creazione di gruppi "di nicchia", cominciando ad
attirare gli interessati a quelle cose; oppure avere gruppi
moderati quando it. non li ha o viceversa, o fare comunque un
controllo migliore sulla qualità dei messaggi. Infine ti aiutiamo
persino noi. Con la storia dei crosspost cancellati, infatti,
molte persone potrebbero preferire una gestione più benigna, e
smettere di scrivere su it.. A questo punto comincerebbe un
effetto valanga, e potrai finalmente dire di avercela fatta.

Ti è tutto chiaro? Se dici di sì sei un bugiardo, perché sono convinto
che sia impossibile capire tutto senza fare delle prove pratiche.
Spero comunque che almeno adesso tu sappia da dove partire.

Ciao, .mau.

[1] naturalmente è possibile che alcune idee non siano in contrasto
con la filosofia del GCN: in questo caso non ci sono generalmente
problemi a discuterne sopra, anche se non è ovviamente detto che
questa idea sia praticamente utilizzabile.

[2] e anche in questo caso, solo perché le versioni standard del
software sono fatte in modo da fare così, e a molti newsadm non viene
nemmeno in mente di controllare il default.

[3] mi spiace dirtelo, ma se dici "verrà creato un qualunque gruppo"
saranno ben pochi i newsadm che ti daranno retta. Fidati, l'ho
verificato di persona. Presumo però che se dici "controllo che non
vengano fatti gruppi illegali, ma se qualcuno mi chiede un gruppo
lecito io lo creo" a loro vada benissimo.

References

1. http://www.ietf.org/rfc/rfc0977.txt
2. http://www.ietf.org/rfc/rfc1036.txt
3. http://www.landfield.com/usefor/
4. http://www.faqs.org/faqs/usenet/software/inn-faq/
5. http://www.eyrie.org/~eagle/faqs/inn.html
6. http://www.openusenet.org/diablo/faq/
Red Owl
2003-11-15 02:18:49 UTC
Permalink
Post by Gruppo Coordinamento NEWS-IT
Posting-Frequency: posted on the 14th of each month
E allora vuoi crearti una tua gerarchia?
Molti partecipanti alla gerarchia it. ormai sanno qual è la risposta
standard del GCN quando arriva qualcuno a proporre la sua Idea
Fantastica e Definitiva per Migliorare il Funzionamento della
Gerarchia, idea che non coincide con la filosofia seguita dal GCN [1].
Per chi non lo sa, la risposta è "non hai che da crearti una tua
gerarchia". Alcuni di costoro si saranno magari chiesti se è tutto un
si prendi un server e metti su un server NNTP
poi chi vuole li accetta e li pubblica su altri server

vedi
M$, PHP, vmware, sono server a sesstanti

dai i dati e ti 6 fatto la tua gerarchia (ne vale la pena ?)








a
Post by Gruppo Coordinamento NEWS-IT
http://www.openusenet.org/diablo/faq/
BabbitQee
2003-11-16 21:03:11 UTC
Permalink
Post by Gruppo Coordinamento NEWS-IT
Posting-Frequency: posted on the 14th of each month
E allora vuoi crearti una tua gerarchia?
E allora vuoi smettere di scrivere cazzate?

Loading...